Il botulino, disponibile a Bergamo presso il centro MYCLINIQUE, è uno dei trattamenti di medicina estetica più richiesti negli ultimi anni. Originariamente la tossina botulinica è stata utilizzata in campo medico per il trattamento di spasmi muscolari e strabismo. Negli ultimi decenni del XX secolo però si intuì che questa sostanza aveva delle grandi possibilità di applicazione anche nell’ambito della medicina estetica. Così a partire dalla fine degli anni '80 il botulino è stato utilizzato per scopi estetici fino a diventare uno dei trattamenti di bellezza più utilizzati negli ultimi decenni. Si tratta di una soluzione efficace per contrastare le rughe facciali, dovute prevalentemente ai movimenti dei muscoli mimici che ad ogni espressione del volto producono la contrazione e il rilassamento della pelle che nel corso del tempo perde elasticità e ciò comporta il prodursi di solchi cutanei, ovvero delle rughe.

 

CHE COS'E' IL BOTOX® E COME FUNZIONA

La tossina botulinica è una proteina prodotta dal batterio Clostridium botulinum, e ad oggi è considerata come uno dei più potenti veleni esistenti. Essa costituisce il principio attivo del Botox® (nome commerciale) che se iniettato in piccole quantità e in siti precisi non è pericoloso ma anzi è un ottimo aiuto per combattere in modo efficace e semplice i piccoli segni dell’età. Il meccanismo d’azione del botulino consiste sostanzialmente nel bloccare il rilascio dell’acetilcolina, ovvero il neurotrasmettitore utilizzato nelle sinapsi neuromuscolari. In condizioni normali l’acetilcolina dopo essere stata rilasciata si lega ai recettori di una cellula muscolare e ne provoca la contrazione ma con la somministrazione di botulino si impedisce il rilascio di acetilcolina e quindi la conseguente contrazione del muscolo. Ciò induce una temporanea paralisi dei muscoli trattati che avrà come risultato il rilassamento degli stessi, distensione cutanea e pertanto riduzione delle rughe. Si tratta però di un’azione temporanea e reversibile.

 

CANDIDATO IDEALE

Oltre che per correggere difetti già presenti il trattamento con botulino può essere utilizzato anche per prevenire la comparsa di rughe. Infatti come spiegato in precedenza la formazione di rughe è legata ai movimenti dei muscoli facciali, quindi se attraverso la somministrazione di botulino, che va a modulare il rilascio del neurotrasmettitore colinergico, si va a ridurre il movimento di tali muscoli come conseguenza si ridurrà la probabilità di formazione di nuove rughe. Il trattamento è perciò consigliato a chi desidera ridurre le rughe legate alla mimica facciale. A questo proposito è bene precisare che il trattamento con il botulino risulta efficace solo per le rughe causate dai frequenti movimenti dei muscoli del viso, quindi per le cosiddette rughe d’espressione chiamate anche rughe dinamiche. Le principali rughe trattabili con il botulino sono:

  1. Rughe frontali (rughe orizzontali poste nella zona della fronte);

  2. Rughe interciliari o glabellari;

  3. Zampe di gallina.

Oltre al campo estetico il botulino può essere utilizzato anche per il trattamento di altre condizioni mediche come:

  1. Strabismo;

  2. Spasticità muscolare;

  3. Cefalee croniche da tensione;

  4. Iperidrosi (eccessiva sudorazione ascellare).

 

PRIMA DEL TRATTAMENTO

Prima del trattamento è necessario effettuare una visita preliminare presso il medico che effettuerà la procedura per accertarsi che ci siano tutte le condizioni necessarie per procedere con l’iniezione e assicurarsi che non ci siano motivi per sconsigliare il trattamento. Per far ciò il medico dovrà elaborare un’anamnesi del paziente esaminando:

  1. La storia medica del soggetto;

  2. Eventuale assunzione di farmaci: è infatti necessario sospendere l’assunzione di alcuni farmaci quali ad esempio farmaci anticoagulanti e antinfiammatori;

  3. Le aspettative del paziente in relazione al trattamento, è consigliabile che il medico chieda al paziente che cosa si aspetta dal trattamento di modo tale da poter chiarire quali sono i risultati possibili ed eventuali dubbi.

Inoltre è necessario evitare consumo di alcool nelle 48 ore precedenti al trattamento. In fine non è possibile effettuare il trattamento con botulino in donne in gravidanza o in stato di allattamento e in soggetti con problemi neuromuscolari.

 

IL TRATTAMENTO

L’iniezione di botulino è una pratica relativamente semplice che non richiede la necessità di ricovero ma che solitamente viene svolta in ambito ambulatoriale e senza bisogno di anestesia. Per l’iniezione viene utilizzato un ago molto sottile attraverso il quale lo specialista inietterà piccole quantità del prodotto solo nei siti desiderati. Durante l’iniezione è possibile avvertire una lieve sensazione di bruciore che però in genere viene definita come tollerabile. La pratica dura complessivamente 15-20 minuti.

 

IL POST-TRATTAMENTO

Successivamente non sono necessari né bendaggi né un periodo di convalescenza ma soprattutto nei primi 10 minuti successivi al trattamento potrebbero comparire dei piccoli lividi o rigonfiamenti nei siti dell’iniezione. In questo caso è importante non massaggiare queste zone perché ciò potrebbe comportare la diffusione del botulino anche in aree non desiderate e per lo stesso motivo è consigliato anche che, per circa sei ore dopo l’iniezione, il paziente non si esponga a fonti dirette di calore e non pratichi un’intensa attività fisica in quanto ciò favorisce la dilatazione dei vasi venosi che a sua volta potrebbe portare ad una maggiore diffusione del botulino. Dopo 10-15 minuti dall'infiltrazione è possibile tornare allo svolgimento delle attività quotidiane e lavorative ed è inoltre possibile truccarsi giornaliere. Mentre per l’esposizione al sole viene raccomandato di lasciar trascorrere almeno 10 giorni dal trattamento.

 

EFFETTI INDESIDERATI

Il trattamento con botulino si presenta come un trattamento relativamente sicuro e nel quale è raro il verificarsi di effetti collaterali, ad ogni modo i principali problemi che possono essere riscontrati in seguito all’iniezione sono:

  1. Dolore o prurito nella zona trattata

  2. Arrossamenti Reazioni allergiche

  3. Mal di testa

  4. Nausea

Tutti questi effetti sono temporanei, in genere lievi e tendono a risolversi spontaneamente. Una situazione particolare che può verificarsi in seguito all’esposizione ripetuta al trattamento è lo svilupparsi di anticorpi che successivamente rendono inefficace il trattamento. Una delle principali preoccupazioni dei soggetti che si sottopongono a questa pratica è la paura di ottenere un effetto “plastico”, ovvero un viso eccessivamente tirato e poco espressivo. Questo pericolo però può essere facilmente evitato nel momento in cui l’iniezione viene effettuata da un professionista che utilizzerà la quantità adeguata della sostanza di modo tale da garantire il risultato concordato con il cliente. Ricordiamo infatti che per garantire la sicurezza e l’efficacia del trattamento, è necessario che esso sia effettuato da un medico specialista in chirurgia plastica, neurologia, chirurgia maxillofacciale o dermatologia come quanto stabilito dal Ministero della Salute.

 

RISULTATO FINALE

I risultati del trattamento con botulino inizieranno ad essere visibili dopo 3-4 giorni dall’iniezione e i benefici continueranno ad essere progressivamente più evidenti, raggiungendo il picco di perfezione all’incirca un mese dopo il trattamento e continueranno ad essere visibili fino a 4-5 mesi, dopo di che gli effetti andranno gradualmente diminuendo, e sarà possibile effettuare una nuova iniezione.

 

Se si desiderano ulteriori informazioni inerenti alla medicina estetica per il trattamento di botulino a Bergamo c/o il Poliambulatorio MYCLINIQUE, in via Bellini, 43 Cap 24129, è possibile contattare il centro telefonando al numero oppure scrivendo nel modulo contatti presente nel nostro sito.

MyClinique