I trattamenti medico-estetici per l'asportazione di un angioma sono disponibili a Bergamo al centro MYCLINIQUE. L’angioma è una imperfezione cutanea causata da una rottura dei vasi sanguigni o linfatici. Più comunemente nota come “voglia”, l’angioma può essere congenita e in alcuni casi scomparire da sé, o presentarsi durante l’infanzia. Può avere diversa forma e grandezza e interessare qualsiasi zona del corpo. Un angioma benigno non comporta alcun pericolo per il paziente, ma può sicuramente presentarsi come un problema estetico. Durante l’adolescenza e l’età adulta, gli angiomi possono diventare di colore più scuro, ma potrebbe accadere che dopo la fase di crescita iniziale inizi una fase di regressione spontanea che può condurre alla scomparsa completa o dell'angioma o di una sua parte, nel corso di lunghi periodi di tempi. La regressione spontanea non comporta la comparsa di segni evidenti sulla pelle del soggetto. Esistono varie tipologie di angiomi classificati per struttura, forma e colore: emangioma(angioma rosso), emangioma capillare, linfatico, piano e stellato. Per l’asportazione di un angioma, è possibile ricorrere a specifiche terapie farmacologiche, trattamenti laser, o alla piccola chirurgia plastica.

 

CARATTERISTICHE DELL'ANGIOMA

Di solito l'angioma non comporta sintomi, dal momento che si manifesta senza causare alcun disturbo al soggetto (il danno è esclusivamente estetico). Nei casi in cui il soggetto affetto da angioma abbia qualche fastidio, significa che l'angioma si trova in una parte critica della superficie corporea, oppure il fastidio può indicare che la macchia è troppo estesa. Se vengono lesionati, gli angiomi possono talvolta sanguinare. Tra i sintomi più blandi vi sono mal di testa ed alcuni casi sporadici di crisi epilettiche gestibili con trattamenti medici. In alcune persone dopo un’emorragia, l'angioma potrebbe causare conseguenze più importanti a livello cerebrale. Se si lesiona un vaso anomalo, si potrebbe formare un ematoma nella massa cerebrale che a sua volta potrebbe causare seri disturbi neurologici. Comunque nei casi in cui non si manifestano in zone critiche, le emorragie non lasciano di solito danni permanenti.

 

CAUSE DEGLI ANGIOMI

Le cause che provocano la manifestazione degli angiomi ad oggi motivo di indagine, in quanto le cause alla base del problema non sono precise né tanto meno chiare. Solo alcune forme di angioma hanno riportato una stretta associazione con altre patologie: ad esempio, la forma di angioma detta “a ragno” potrebbe essere una conseguenza di cirrosi epatica. Vi è anche una maggiore incidenza degli angiomi a ragno nelle donne in stato di gravidanza, ma anche in questo caso, le possibili cause non sono state identificate.

 

IL TRATTAMENTO

Di solito, gli angiomi non necessitano di trattamenti specifici in quanto, come già descritto, l'inestetismo è spesso solamente a livello estetico. Nel caso in cui gli angiomi inizino a sanguinare o a dare fastidio, è consigliato il controllo del medico. Se gli angiomi si trovano in aree più soggette a sollecitazioni (come la lingua, le labbra, l’ano, o i genitali), il trattamento più consigliato è l'asportazione chirurgica. Ad esempio, in alcune persone, gli angiomi si sviluppano a livello delle palbebre, quindi oltre ad essere un problema estetico, potrebbero comportare fastidi alla vista. Gli angiomi, così come la maggioranza delle manifestazioni patologiche benigne che comportano danno estetico, potrebbero causare vari problemi psicologici nel soggetto che ne soffre, soprattutto problemi riguardo il suo aspetto. Sarà dovere dello specialista consigliare, oltre ad una terapia risolutiva del problema estetico, un trattamento di tipo psico-terapico. Per quanto riguarda gli angiomi più piccoli, limitati in alcune zone ed asintomatici, il trattamento più indicato è solo il controllo del modo in cui evolvono. In base al paziente e al caso, i trattamenti per gli angiomi possono essere:

  1. la laserterapia;

  2. la chirurgia plastica;

  3. la criochirurgia;

  4. l’embolizzazione.

Se l'inestetismo dell’angioma è ritenuto sopportabile dal paziente, si possono utilizzare dei cosmetici ad azione coprente. Il make-up dev'essere scelto con attenzione, preferendo naturalmente prodotti di qualità e che non irritino la cute. Infatti la cute interessata dall'angioma è sicuramente molto sensibile e delicata, per cui l'uso di prodotti aggressivi o irritanti potrebbe aggravare il problema. Ricordiamo che non esistono rimedi naturali in grado di risanare l'angioma in maniera definitiva.

 

TRATTAMENTO CON LASERTERAPIA

La laserterapia è un trattamento che risulta molto efficace, adatto soprattutto per i più giovani. Sia gli angiomi in forma piana, in forma stellata o a rubino, possono essere eliminati utilizzando:

  1. il Dye laser;

  2. la luce pulsata;

  3. il laser N-YAG.

La scelta del tipo di laser varia a seconda della tipologia di angioma e tale valutazione va fatta solo dopo il consulto medico. Ricordiamo che prima di procedere con il trattamento laser per rimuovere un angioma è sempre consigliabile scegliere con cura il medico a cui affidarsi, esperti e con comprovata esperienza nel settore, tale da garantire sicurezza massima al paziente che usufruisce di tali trattamenti.

 

TRATTAMENTO CON DYE LASER

iIl Dye laser è un laser selettivo per eliminare le macchie rosse della cute. Il Dye laser è una metodica consigliata per gli angiomi, in particolare quelli di colore rosso. Durante la seduta il paziente non avverte alcun dolore, se non un leggero fastidio. È importante ricordare al soggetto interessato, che l'angioma non può essere rimosso del tutto in un unica seduta di laserterapia. Solo dopo alcune sessioni di trattamento si determina una depigmentazione della cute che migliora progressivamente il suo aspetto. Nello specifico possono essere necessarie dalle 2 alle 3 sedute in base all’estensione dell’angioma da rimuovere.

 

TRATTAMENTO CON LUCE PULSATA(IPL)

La luce pulsata o IPL (Intense Pulsed Light) è una tecnica innovativa per il trattamento di vari inestetismi e problemi cutanei. La sua tecnologia sfrutta l'emissione di energia luminosa e permette di colpire la zona di interesse senza danneggiare i tessuti circostanti. La luce pulsata è una tecnica efficace e poco invasiva per trattare un ampio spettro di lesioni benigne, come ad esempio le macchie della pelle e le iperpigmentazioni. Viene utilizzata anche per l’epilazione definitiva e la rimozione dei tatuaggi. La prima fase consiste nell'applicazione di un gel conduttore sull’area di interesse. Attraverso un apparecchio simile a un laser, si inviano poi degli impulsi luminosi, che colpiscono la zona ad intervalli regolari, agendo in profondità. La durata del trattamento varia a seconda dell'estensione dell'area e dal tipo di intervento. In generale una singola seduta dura circa 30 minuti e deve essere ripetuta dalle 4 alle 6 volte per favorire fotoringiovanimento, mentre per ridurre le densità pilifere occorrono almeno 5 sedute.

 

TRATTAMENTO CON N-YAG

Il laser N-YAG è indicato soprattutto per il trattamento dei capillari. Questo laser riesce ad agire anche su capillari di 1-3 mm di diametro ed attualmente è considerato il metodo laser che può dare al paziente i migliori risultati per le teleangectasie delle gambe, per quelle superficiali di colore rosso e soprattutto per quelle di colore blu. Il laser funziona agendo sui vasi sanguigni piccoli provocandone la chiusura ed attenuando il colore rosa o rosso-blu che nel tempo si attenua o sparisce del tutto. Si tratta di un laser vascolare che riesce a penetrare in profondità attraverso la cute. Il capillare viene chiuso grazie all’energia del laser e la pelle non viene danneggiata in alcun modo. Per eliminare la maggior parte dei piccoli vasi presenti, di solito, sono necessarie 3 sedute laser a distanza di due mesi l’una dall'altra.

 

INDICAZIONI PRE TRATTAMENTO LASER

Prima di sottoporsi alla seduta di laserterapia è assolutamente vietata l'esposizione ai raggi solari, così come è buona norma che il soggetto non assuma farmaci o sostanze fotosensibilizzanti.

 

INDICAZIONI POST TRATTAMENTO LASER

Applicare una crema antibiotica per qualche giorno sull’area della cute sottoposta a trattamento. Utilizzare sempre i filtri solari prima di esporre l’area trattata ai raggi solare per non incorrere in iperpigmentazioni.

 

CRIOCHIRURGIA PER GLI ANGIOMI

La criochirurgia è una terapia specifica per il trattamento di patologie cutanee. Come indica la parola stessa ( criochirurgia- chirurgia con il freddo), i problemi della pelle sono curati sfruttando l’efficacia del freddo. Per la rimozione di un angioma, la criochirurgia è particolarmente adatta perché provoca una ustione da freddo solo della parte di cute da trattare senza incidere sulla zona circostante. La terapia non ha lunga durata ed è indolore.

 

RICORRERE ALL’EMBOLIZZAZIONE E ALLA CHIRURGIA PLASTICA

Il trattamento di embolizzazione è adatto per la rimozione di angiomi comunicanti con il circolo vascolare o presenti alle estremità degli arti. Scopo del trattamento è creare un embolo che ostruisca il flusso sanguigno collegato all’angioma temporaneamente. A seguito di questa tecnica si passa all’operazione chirurgica. Si ricorre alla chirurgia plastica in presenza di angiomi particolarmente estesi e di particolare forma ed entità. Per l’operazione chirurgica si ricorre ad una anestesia locale preceduta solitamente da un ricovero. L’intervento può avere varie tempistiche e metodiche di asportazione.

Se si desiderano ulteriori informazioni inerenti alla medicina estetica per il trattamento degli angiomi a Bergamo c/o il Poliambulatorio MYCLINIQUE, in via Bellini, 43 Cap 24129, è possibile contattare il centro telefonando al numero oppure scrivendo nel modulo contatti presente nel nostro sito.

MyClinique