La carbossiterapia, disponibile a Bergamo presso MYCLINIQUE, è un trattamento di medicina estetica che prevede l'infiltrazione sottocutanea di anidride carbonica. Il trattamento nasce in Francia agli inizi degli anni '30, presso le terme di Royat. Dato l'effetto benefico di questo gas sulla circolazione sanguigna, la sostanza veniva utilizzata per il trattamento di patologie vascolari. Ovviamente negli anni '30 non erano disponibili le attuali tecnologie e pertanto il trattamento consisteva prevalentemente nell'effettuare dei bagni termali in un'acqua che conteneva una grande quantità di anidride carbonica. Dopo il grande successo riscosso in Francia la carbossiterapia iniziò a diffondersi in altri paesi europei tra cui l'Italia, in particolare alle terme di Rabbi che potevano usufruire di acque le cui proprietà erano molto simili a quelle delle acque francesi. Oggi, grazie ai progressi nel mondo della medicina estetica, è possibile usufruire dei vantaggi del trattamento di carbossiterapia e quindi dell'anidrite carbonica, ottenendo risultati soddisfacenti.

 

COME AGISCE L'ANIDRIDE CARBONICA

Essenzialmente, come abbiamo detto questa tecnica consiste in una somministrazione di anidride carbonica per via sottocutanea. Oltre ad incentivare i processi circolatori sanguigni, il trattamento è indicato per la correzione di inestetismi cutanei tra cui la cellulite, permettendo alla pelle di acquisire una nuova tonicità. Il trattamento si fonda propriamente sul meccanismo fisiologico che regola l'assunzione di ossigeno e l'espulsione di anidride carbonica. Ogni volta che respiriamo infatti acquisiamo ossigeno e ci liberiamo di anidride carbonica. Quest'ultima è però necessaria in tutti gli essere viventi. In naturale processo di ossigenazione prevede che i globuli rossi che partono dai polmoni carichi di ossigeno giungano nei tessuti ricchi di anidride carbonica e lì vi rilascino l'ossigeno mentre si caricano di biossido di carbonio. A questo punto conducono l'anidride carbonica ai polmoni che ricevono il segnale di espirazione e quindi eliminano biossido di carbonio e assumono ossigeno, per poi ricominciare il ciclo. C'è da osservare che molti problemi della pelle sono spesso causati da una riduzione dell'afflusso sanguigno, quindi iniettare una dose di anidride carbonica in un dato sito indurrà i globuli rossi ad intervenire, andando a rimuovere la CO2 e rilasciando ossigeno. Questa maggiore ossigenazione porterà subito a un miglioramento del tessuto. Oltre a quest'azione di tipo meccanico, questo trattamento esercita anche un'azione chimica. Infatti se da un lato la carbossiterapia consente un miglioramento dell'ossigenazione e quindi del microcircolo, dall'altro provoca una stimolazione diretta dei fibroblasti, ovvero le cellule deputate alla sintesi di collagene ed elastina. Il risultato di questa duplice azione è riscontrabile sia nel ringiovanimento della pelle che apparirà più morbida, luminosa ed elastica sia in una vera e propria riduzione del volume.

 

VANTAGGI DEL TRATTAMENTO

La carbossiterapia può essere utilizzata sia per il viso che per altre aree del corpo e per la risoluzione di diversi inestetismi. In questa sede noi ci riferiamo specificamente alla carbossiterapia per il corpo. Le situazioni in cui è utile questo tipo di trattamento è in caso di cellulite, la cui comparsa è da ricondurre anche ad una situazione di stasi dovuta al malfunzionamento del microcircolo. La carbossiterapia interviene su questa situazione statica e favorisce la ripresa della circolazione: in questo modo i tessuti ricevono una maggiore ossigenazione, le scorie vengono eliminate e le imperfezioni cutanee vengono risolte. In particolare il trattamento garantisce:

  1. Riduzione delle adiposità localizzate che possono riguardare principalmente fianchi, addome, ginocchia e cosce. Il gas è in grado di rompere le membrane delle cellule che costituiscono l’adipe, ovvero gli adipociti, e ridurre in questo modo i volumi di pancia, glutei e fianchi;

  2. Eliminazione dei capillari dilatati, in quanto l'anidride carbonica può aiutare nella ricanalizzazione dei capillari;

  3. Trattamento di ulcere vascolari: grazie alla maggiore attivazione del flusso sanguigno viene velocizzato il processo di cicatrizzazione delle ulcere;

  4. Presenza di smagliature e cicatrici, che vengono rese meno evidenti con la carbossiterapia.

 

IL TRATTAMENTO

Il gas viene iniettato attraverso un piccolo ago che a sua volta è connesso con un'apparecchiatura, che consente di erogarlo in modo del tutto controllato. La macchina utilizzata può avere delle lievi differenze ma sostanzialmente il meccanismo sarà sempre lo stesso, cioè vi è una riserva di anidride carbonica connessa ad un tubo che termina con un ago e che permette di inoculare il gas. L'anidride carbonica viene iniettata nei siti oggetti del trattamento, e utilizzando diversi livelli d'inclinazione si possono raggiungere differenti effetti. Si può agire infatti a livello più profondo e agire su un problema particolare. Oppure si può restare ad un livello superficiale e intervenire sul microcircolo. La durata di ciascuna seduta va in media da 15 a 30 minuti. Mentre il numero delle sedute necessarie cambia sia a seconda dell'inestetismo che dell'area da trattare. In linea generale comunque un ciclo di sedute può essere composto da 10 a 15 trattamenti.

 

POST-TRATTAMENTO

Si tratta di una procedura che non necessita particolari attenzioni nel periodo successivo al trattamento e che consente di tornare immediatamente alle attività lavorative e quotidiane.

 

RISCHI E CONTROINDICAZIONI

La carbossiterapia è controindicata se il soggetto soffre di patologie renali, cardiache o epatiche o anche in caso di insufficienza respiratoria. Inoltre è sconsigliato svolgere il trattamento in stato di gravidanza. Per quanto riguarda i rischi essi sono pressoché nulli. In effetti va tenuto in considerazione che l'anidride carbonica utilizzata nel trattamento è un composto naturalmente presente nel nostro corpo, si tratta pertanto di una sostanza atossica che non comporta il rischio di embolia in quanto viene assunta attraverso la via ematica ed espulsa attraverso quella respiratoria. Ad ogni modo i lievi effetti collaterali che potrebbero verificarsi riguardano:

  1. Una leggera sensazione di fastidio al momento dell'iniezione;

  2. La formazione di un livido circoscritto al sito dov avviene la puntura;

  3. Avvertire una sensazione di calore per circa 10-20 minuti dopo l'iniezione.

Nonostante, come abbiamo già detto, si tratti di una procedura sicura e innocua è però assolutamente necessario che essa venga eseguita da personale autorizzato e attraverso l'ausilio di un macchinario certificato dal Ministero della Salute.

 

RISULTATI

I risultati della carbossiterapia sono visibili già dopo le prime sedute. Infatti il rilascio di ossigeno da parte dei globuli rossi comporta subito una migliore ossigenazione dei tessuti che restituisce alla pelle più luminosità e maggiore distensione, con un risultato complessivo di un importante ringiovanimento dei tessuti. Anche se gli effetti della terapia sono evidenti sin dai primi momenti per consentire il mantenimento di tali risultati è necessario un ciclo che comprenda dalle 10 alle 15 sedute, con una frequenza di due sedute a settimana. In questo modo si garantisce una durata dei risultati di circa sei mesi, dopo i quali è possibile seguire con tre o quattro sedute di mantenimento che consentiranno di prolungare gli effetti dei risultati fino a 12 mesi. Ovviamente per poter ottenere il miglior risultato possibile è importante che alle sedute venga affiancato un'adeguata alimentazione, attività fisica e un sano stile di vita. Tutto ciò, insieme alla carbossiterapia va a costituire un programma integrato per combattere inestetismi quali cellulite e accumuli di grassi.

 

Se si desiderano ulteriori informazioni inerenti alla medicina estetica per il trattamento di carbossiterapia corpo a Bergamo c/o il Poliambulatorio MYCLINIQUE, in via Bellini, 43 Cap 24129, è possibile contattare il centro telefonando al numero oppure scrivendo nel modulo contatti presente nel nostro sito.

MyClinique